I 10 cibi migliori per avere una pelle sana, bella e luminosa

pelle sana cibi migliori

Siamo quello che mangiamo”. Tutti abbiamo detto o sentito dire almeno una volta nella vita questa frase. È la sintesi del pensiero di Ludwig Feuerbach, filosofo che nel 19esimo secolo si è occupato e preoccupato della imprescindibile connessione tra anima e corpo, asserendo che l’alimentazione di una persona o di un popolo influisce sul suo comportamento, sul suo pensiero e sulla sua coscienza.
Siamo quello che mangiamo, in termini un po’ più concreti e pratici, è una verità assoluta anche a livello estetico. I cibi che mangiamo influenzano molto il nostro aspetto, e la prima parte che mostriamo alle persone, la più visibile, è la nostra pelle. Esiste una connessione diretta tra quello che mangiamo e l’aspetto della pelle . Capita di svegliarsi la mattina con qualche brufolo di troppo, ripensando tristemente all’abbuffata di dolci o fritti fatta la sera prima. Ma se è vero che alcuni cibi tendono a “sporcare” la nostra pelle e peggiorarla esteticamente, è anche vero che altri cibi contribuiscono a renderla più bella e “pulita”.
Ecco dunque i 10 migliori cibi per avere una pelle sana, bella e luminosa .

1. Avocado

Il consumo di avocado negli ultimi anni è aumentato molto in Europa e in Italia, grazie ad una moda importata da oltreoceano, dagli Stati Uniti. È molto in voga sui social, tanto che gli “ avocado toast” o le coloratissime insalate con avocado sono tra i piatti più fotografati e postati. Non tutti però sono a conoscenza delle incredibili proprietà di questo frutto. L’avocado infatti, è ricco di grassi sani che aiutano a proteggere la pelle e mantenerla idratata, rallentando così l’invecchiamento cutaneo. Questo frutto inoltre è una buona fonte di Vitamina E, un forte anti-ossidante.

2. Carote

Le carote, ricche di anti-ossidanti e vitamina C, sono ottime alleate nella lotta anti-aging. La vitamina C è molto importante nel nostro corpo per la sintesi di nuovo collagene, una delle due proteine fondamentali per la struttura della pelle (l’altra è l’elastina).
Ma i benefici delle carote non finiscono qui, infatti contengono altissimi livelli di beta-carotene, un pigmento vegetale che all’interno del corpo viene trasformato in vitamina A. Questa vitamina è utile per proteggere la pelle dai raggi UV e per ripararla, infatti viene utilizzata in molti trattamenti anti-acne, irritazioni o eczemi.
Attenzione al consumo eccessivo: se si mangiano troppe carote tutti i giorni, alcuni pigmenti di beta-carotene potrebbero non essere trasformati in vitamina A e rimanere a lungo in circolo nel sangue. Questo ristagno di beta-carotene potrebbe “macchiare” il plasma di arancione e di conseguenza anche la pelle. Questa condizione viene chiamata carotenosi.

3. Tè Verde

Il tè verde è ormai onnipresente in tutte le linee di prodotti cosmetici attualmente in commercio. Per quanto riguarda i prodotti per la skincare, viene utilizzato principalmente per due motivi. Il primo, è la presenza al suo interno delle catechine, un gruppo di sostanze in grado di rallentare la degradazione del collagene.
Il secondo motivo è la concentrazione di tannini, che con le loro proprietà dermoastringenti e purificanti si rivelano molto utili nel trattamento di pelli grasse ed impure.

4. Salmone

Il salmone fa parte della famiglia dei pesci grassi, definiti così perché ricchi di grassi Omega-3, essenziali per la salute della pelle. Gli Omega-3 infatti sono importanti perché mantengono la cute compatta, elastica e idratata. Una carenza di questi grassi può portare ad avere la pelle secca e velocizzare l’invecchiamento cutaneo.

5. Melograno

Il melograno non è sicuramente tra i frutti più consumati in Italia, ma è tra i migliori alleati anti-aging che si possono trovare in natura. Questo frutto contiene un’incredibile quantità di anti-ossidanti in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi e prevenire l’invecchiamento precoce della pelle. In particolare questi anti-ossidanti sono i flavonoidi, che oltre ad avere proprietà anti-aging hanno anche proprietà anti-infiammatorie e gastro protettive.

6. Mandorle

Le mandorle in ambito estetico sono famose per un acido che viene estratto dal loro interno, l’acido mandelico (mandel in tedesco significa mandorla). Questo però non è l’unico beneficio che si può ottenere da questi semi.
Le mandorle contengono anch’esse molti flavonoidi, anche se meno in percentuale rispetto al melograno. In compenso però hanno un’alta concentrazione di alfa-tocoferolo, un nutriente che fa parte della famiglia della vitamina E. L’alfa-tocoferolo è in grado di offrire una forte protezione alla pelle nei confronti dei dannosi raggi UV.

7. Broccoli

I broccoli fanno parte della grande famiglia di piante comunemente chiamate cavoli, infatti in alcune parti di Italia vengono chiamati cavolo broccolo. È una pianta della quale si mangiano le inflorescenze ancora non mature invece delle foglie.

I broccoli sono ricchi di vitamina C, stimolante della produzione di collagene, e di vitamina A che protegge la pelle dalle radiazioni ultraviolette. Queste piante inoltre sono ricche di glucofaranina e quando vengono consumate si trasforma in sulforafano, sostanza che stimola il processo di riparazione della pelle e l’aiuta a rimanere sana.

8. Aglio

L’aglio da secoli è famoso per le sue incredibili proprietà antibiotiche, fin dai tempi del medioevo. È invece meno conosciuto per le sue proprietà ottime per la pelle, ma non per questo meno efficaci. L’aglio è una buona fonte di vitamina C e B6, potassio, ferro, magnesio e calcio, che lo rendono un alimento dalle spiccate caratteristiche anti-ossidanti e anti-infiammatorie.

9. Vino rosso

La famosa leggenda che un bicchiere di vino rosso al giorno faccia bene potrebbe avere un po’ di verità alla base.
L’uva rossa dalla quale si ricava il vino è ricca di resveratrolo, noto per essere uno dei migliori anti-ossidanti che si possono trovare in natura . È ritenuto una vera e propria fonte di giovinezza, ma bisogna specificare che effettivamente sarebbe meglio mangiare direttamente l’uva rossa, piuttosto che bere il vino.

Questo perché ovviamente il vino contiene una dose di alcool che è un acceleratore di invecchiamento cutaneo.

10. Ostriche

Di tutti i cibi che abbiamo elencato le ostriche sono sicuramente le meno economiche, ma potrebbero essere un piccolo lusso da concedersi ogni tanto per aiutare la nostra pelle.

L’elemento fondamentale di questa tesi è la presenza di alte concentrazioni di zinco nelle ostriche. Lo zinco, oltre ad avere proprietà anti-ossidanti ha un ruolo fondamentale nella produzione di nuovo collagene, insieme alla vitamina C.

Cura della pelle nei Centri di Estetica Avanzata Pearl’age 

cura della pelle

Piccole accortezze e un diario alimentare corretto possono essere un’ottima forma di prevenzione per la pelle. 

Tuttavia anche seguendo questi consigli l’invecchiamento cutaneo è un processo che inizia a 25 anni e può essere rallentato, di certo non fermato. Nei casi in cui le rughe sono già formate, o alcune zone di pelle risultano macchiate, bisogna intervenire con dei metodi efficaci.

Nei centri Pearl’age utilizziamo diverse apparecchiature professionali per il trattamento del viso, come la Radiofrequenza e il Veicolatore Transdermico.

La Radiofrequenza sfrutta le onde elettromagnetiche e sviluppa un calore endogeno che parte dagli strati più profondi della pelle. Lavorando in profondità, si riesce ad ottenere in superficie un effetto lifting, dovuto all’accorciamento delle fibre di collagene, oltre che alla stimolazione dei fibroblasti per produrne di nuovo.

È un’apparecchiatura che può essere usata per un programma di trattamenti, ma anche come trattamento flash, in quanto i risultati sono visibili fin dalla prima seduta.

Il Veicolatore Transdermico è un’apparecchiatura che permette di lavorare sulla pelle del viso con diversi fini e obiettivi.

Con veicolazione transdermica si intende la veicolazione attraverso la pelle di sostanze attive o fitocomposti, senza l’utilizzo però di aghi, come avviene ad esempio con la mesoterapia. Tutto questo accade grazie a dei bio-impulsi controllati che aprono dei canali nella pelle attraverso i quali le sostanze attive riescono ad essere portate in profondità.

A seconda delle sostanze veicolate, come acido ialuronico, deanolo o vitamina C, si può andare a lavorare su rughe, macchie o iperpigmentazione.

Se pensi che questi trattamenti possano fare al caso tuo, trova il centro Pearl’age più vicino a te e prenota subito la tua consulenza d’immagine gratuita.

Staff Centro Estetica Avanzata Pearlage

prenota consulenza pearlage

 

Immagine copyright depositphotos\AllaSerebrina
Immagine copyright depositphotos\malyuginphoto

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter