Depilazione o epilazione… curiosità e consigli degli esperti

Un viaggio attraverso il mondo della depilazione, dal rasoio alla ceretta, dal silk-èpil alla luce pulsata e al diodo laser, per scoprire quali stratagemmi le donne escogitano per essere come madre natura non le ha fatte: senza un diavolo per… pelo!

depilazione o epilazione consigli degli espertiPotrà farvi sorridere conoscere i primi tentativi di depilazione messi in atto dalle donne sin dagli albori; a quanto pare, sentivano già la necessità di eliminare i peli di troppo e utilizzavano strumenti arrangiati e di fortuna come pietre affilate o conchiglie. I primi a sviluppare una vera e propria tecnica depilatoria furono gli Egiziani che idearono l'antenato della nostra ceretta, una cera a caldo utilizzata, come narra la leggenda, dalla regina Cleopatra in persona.

Quindi non è una novità che per il gentil sesso i peli superflui siano sempre stati un vero e proprio problema da risolvere. Avere una pelle liscia e senza peli è il sogno di ogni donna fin dall'antichità. In questi tempi la reale innovazione sta nel maggior coinvolgimento del sesso maschile, sempre più attento ed interessato ad eliminare ciò che fino a ieri era ritenuto indice di innata virilità.

Oggigiorno che siano biondi o scuri, radi o fitti, ha poca importanza: la guerra è aperta a qualunque tipo di pelo, la cui eliminazione definitiva, bisogna ammetterlo, è un bisogno primario da parte del pubblico femminile e non. Un sogno che, mentre qualche tempo fa era destinato a rimanere tale, oggi, grazie alle nuove tecniche di epilazione, può divenire realtà.

Epilazione appunto e non depilazione.

Depilazione o epilazione? Qual è la scelta migliore?

Nonostante i due termini siano spesso confusi e utilizzati scorrettamente, è bene ricordare che si tratta di due tecniche differenti.

Si parla di epilazione quando ci si riferisce all'estrazione del fusto del pelo e della sua radice dal proprio follicolo pilifero, il quale viene indebolito; questa tecnica rende più lenta la ricrescita del pelo proprio perché il bulbo, la parte che ne permette la crescita, viene estratto. Estraendo quest'ultimo le cellule devono prima formarne uno nuovo, dal quale successivamente nascerà il pelo, quindi il procedimento di ricrescita è rallentato. Per questo motivo rappresenta una soluzione più razionale al problema dei peli superflui.

depilazione maschile toraceLa depilazione, invece, consiste nell'eliminazione del pelo a livello superficiale perché viene troncata solo la parte che fuoriesce dall'epidermide, ovvero il fusto, il pelo quindi non viene estratto bensì tagliato. 

Dobbiamo tuttavia parlare di epilazione “permanente”, non “definitiva”. Il limite non è legato alla tecnologia delle macchine, sempre più avanzate, ma a elementi che condizionano il ciclo di vita del pelo che nasce, cresce e poi muore. L'effetto del trattamento dipende dalla quantità di energia luminosa assorbita dalla melanina quando il follicolo pilifero è in fase attiva (anagen), cioè quando i peli stanno crescendo. I follicoli silenti, che non producono peli, possono però attivarsi sotto stimolo di ormoni o farmaci. Per questo motivo è più corretto parlare di epilazione progressivamente permanente dato che il risultato che possiamo ottenere sui follicoli attivi permane nel tempo.

In ogni caso è certo che si possono raggiungere importanti miglioramenti, ma per ottenere un risultato ottimale è necessario rivolgersi a professionisti che utilizzano apparecchiature specialistiche.

Tra le tecniche di epilazione più utilizzate vi sono la luce pulsata e il laser al diodo, metodi all'avanguardia che garantiscono i migliori risultati.

La luce pulsata è la tecnica più pubblicizzata al momento, efficace ma non del tutto definitiva. Essa funziona attraverso uno strumento che trasferisce energia alla melanina all'interno dei peli e nelle sue radici inibendo la ricrescita. Quanto più i peli sono scuri, tanto maggiore è la quantità di luce assorbita perché il bersaglio, la melanina, è più recettivo.

Il laser a diodo genera onde luminose unidirezionali e monocromatiche, mentre la luce pulsata utilizza una sorgente luminosa ad ampio spettro, cioè con lunghezza d’onda differenti. Inoltre il laser è un trattamento più rapido in quanto la luce non è intermittente ma continua.

Il risultato è pressoché il medesimo anche se, il laser al diodo è un po’ più efficace sui peli profondi mentre la luce pulsata è un po’ più efficace sulla peluria superficiale.

Considerazioni finali nella scelta tra epilazione e depilazione

meglio epilarsi che depilarsi

Secondo il consiglio del Centro estetico Pearlage è meglio iniziare ad epilarsi perché effettuando la classica depilazione con rasoio, creme depilatorie, silk-èpil o ceretta, andiamo incontro a un problema fondamentale: la ricrescita. Questo problemino è da tenere in considerazione perché, come già tante di noi sanno, non è appagante rifiutare un appuntamento amoroso o una bella giornata di sole al mare inaspettata, infatti, in entrambi dei casi, come in molti altri, se non siamo “a posto” con i nostri peli, potrebbero esserci situazioni imbarazzanti; inoltre la ceretta è fastidiosa e dolorosa e il rasoio lo dobbiamo fare pressoché tutti i giorni… un gran spreco di tempo.

Con poche sedute, qualche piccolo accorgimento e un richiamo sporadico del trattamento di epilazione ci siamo tolti il problema e il pensiero dei nostri peli superflui. Inoltre, eliminiamo completamente i problemi legati ad irritazioni e follicoliti dati dalla ricrescita di peli tagliati che ricrescendo sottopelle, s’incarniscono.

Ogni persona dovrebbe prediligere il metodo o la combinazione di metodi più adatta a sé, in base al costo, al tempo a disposizione, al tipo di pelle e alle caratteristiche dei peli da asportare.

Per scegliere la metodologia più adeguata a ciascuno di noi è di fondamentale importanza chiedere il parere di un esperto.

Staff Centro Estetico Pearlage

prenota consulenza pearlage

 

Immagine copyright depositphotos Rangizzz
Immagine copyright depositphotos Ambrophoto
Immagine copyright depositphotos olinchuk

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter